Home » Produzioni

Produzioni

Sphaera

Sphaera - Alchemic Media

10 brani - edizioni Rai 2011

 

"Non aver paura della perfezione. Non la raggiungerai mai.”
Salvador Dalì.

Qual è la perfezione? Il coraggio di cercarla costantemente nella consapevolezza di non poterla mai trovare. O forse, volendo porre la questione su un piano esistenziale, la capacità di saper accettare la nostra perfetta imperfezione.
Sin dai tempi più remoti, questo coraggio o capacità di arrendersi all’inesorabilità della nostra finitezza, ha stentato ad imporsi. Potremmo dire che nonostante la natura del nostro essere sia ineluttabilmente permeata di imperfezione, tutta la storia del genere umano è stata caratterizzata dall’affannosa ricerca di quella che proverbialmente si usa definire quadratura del cerchio, altrimenti detta, per l’appunto, perfezione.


Questo progetto musicale nasce forse da una delle tante affannose ricerche di cui abbiamo appena discusso: la nostra piccola, presuntuosa e ovviamente fallimentare ricerca della perfezione.
O forse è proprio la consapevolezza del fatto che il cerchio, ovvero la perfezione, in musica non può avere mai una quadratura ad averci condotto sin qui? Probabilmente si, perché la nostra Sphaera l’abbiamo concepita nel modo meno “inquadrabile” possibile e al tempo stesso lasciandola abbandonata nella sua maestosa “circolarità”.

 

Sphaera è una selezione di 10 brani in cui, armonie complesse e melodie semplici, melodie articolate ed armonie destrutturate, architetture elettroniche e sonorità acustiche, freddo, caldo, notte e giorno, si alternano e si rincorrono in una soluzione di perfetta continuità circolare.
Il calore della tradizione arabo mediterranea dell’oud suonato dal musicista palestinese Taisir Masrieh, si fonde miracolosamente con la freddezza dei suoni elettronici e dei sintetizzatori, così come il suo ney (flauto orientale) si sposa con chitarre elettriche e  sonorità psichedeliche.
Il vibrare materico nella voce della soprano Annalisa Gioia, si confonde con l’inorganicità delle voci campionate e si abbandona all’incorporeità di tappeti ritmicoarmonici.
Ogni suono in questi brani è frutto di una ricerca sui materiali sonori più disparati poi trattati e riprodotti tramite il campionamento. Dalle forbici che sfregano un ombrello, alle stesse melodie fatte passare per le cuffie di un walkman. L’ispirazione musicale nasce sempre da ciò che ci circonda, che sia questo un pianoforte o una scatola di latta. Tutto ciò che tocchiamo e plasmiamo fa parte inesorabilmente della nostra Sphaera.
A chiudere il cerchio o appunto la nostra Sphaera c’è una allegoria: The cycle, ovvero il Ciclo. E’ quello della vita, il “panta rei” in cui tutto scorre e nulla permane. Una voce subliminale e trattata all’inizio del brano dice: “niente muore”. Speriamo realmente che sia così.


Paolo Casalini e Andrea Veltroni

 

Traccia 01: Zephyros part 1 – (Veltroni-Casalini)
Traccia 02: Opal – (Veltroni-Casalini)
Traccia 03: Shadows of light - (Veltroni)
Traccia 04: Thousand days – (Veltroni-Casalini)
Traccia 05: Zephyros part 2 – (Veltroni-Casalini)
Traccia 06: Beyond the stars - (Casalini)
Traccia 07: Hypnos – (Casalini)
Traccia 08: Frozen wind – (Veltroni-Casalini)
Traccia 09: Apparitions – (Veltroni-Casalini)
Traccia 10: The cycle - (Veltroni)

 

Blue dream

Blue dream - Alchemic Media

 18 brani strumentali – edizioni Rai 2010

Blue dream è una selezione di 18 brani strumentali evocativi creati appositamente per la televisione. L’idea di raccoglierli insieme in un progetto discografico nasce dall'editore Pietro Ferri in seguito a una pluriennale collaborazione a vari programmi televisivi. I brani sono attualmente utilizzati sui canali Rai all’interno di trasmissioni come “Linea verde”, “Geo & Geo”, “Uno mattina”, “Chi l’ha visto” e altre.
Le atmosfere variano da ampi eterei paesaggi sonori a scene di vita nella natura, da ritmi movimentati a momenti introspettivi, dall'avventura a soffici evocazioni oniriche. Gli elementi naturali sono il filo conduttore.

 

 

 

 

 

Traccia 01: In viaggio (Casalini-Veltroni)
Traccia 02: Dopo la tempesta (Casalini-Veltroni)
Traccia 03: Verso sud (Casalini-Veltroni)
Traccia 04: Fiori sull'acqua (Casalini-Veltroni)
Traccia 05: Romance (Casalini-Veltroni)
Traccia 06: Candy (Casalini-Veltroni)
Traccia 07: L'incanto del risveglio (Casalini-Veltroni)
Traccia 08: La foresta che vive (Casalini-Veltroni)
Traccia 09: Glassix - no rhythm (Casalini-Veltroni)
Traccia 10: Glassix (Casalini-Veltroni)
Traccia 11: Moments (Casalini-Veltroni)
Traccia 12: Giochi sulla sabbia (Casalini-Veltroni)
Traccia 13: Rainbow (Casalini-Veltroni)
Traccia 14: Nuvole (Casalini-Veltroni)
Traccia 15: Aria (Casalini-Veltroni)
Traccia 16: Open air - no rhythm (Casalini-Veltroni)
Traccia 17: Open air (Casalini-Veltroni)
Traccia 18: Blue dream (Casalini-Veltroni)

 

Marionette della famiglia Accettella

Marionette della famiglia Accettella - Alchemic Media

Documentario di 52' realizzato nel 2006 e incentrato sulla vita e l'attività dell'unica famiglia che a Roma, da tre generazioni, fa il teatro di marionette.  Distribuzione: Raitrade


“E’ un viaggio in un mondo straordinario, fatto di artisti che, da tre generazioni lavorano non solo in un teatro, ma in un “luogo dell’anima”.

Le testimonianze di esponenti del mondo della cultura tra cui Leo Gullotta, il Maestro Ferdinando Codognotto ed il Prof. Guido Di Palma, mettono in evidenza quanto questi artisti meritino dei riconoscimenti da parte della società degli adulti, oltre che da quella dei bambini.

 

Realizzato con il contributo IMAIE
Prodotto da Paolo Casalini e Silvia Marzi per Alchemic Media
Con la collaborazione straordinaria di
Leo Gullotta
M° Ferdinando Codognotto
Prof. Guido Di Palma
Regia, fotografia e montaggio di Vito Rubino
Sceneggiatura e interviste di Fabio Sajeva
Musiche di Paolo Casalini

 

11-12 Marzo 2006 - Il documentario è stato presentato presso la Casa del cinema di Villa Borghesea Roma nell'ambito della rassegna curata dall'IMAIE.

 

18 Marzo 2006 - Presentazione del documentario presso il Teatro Mongiovino, Roma. E' stata proiettata la versione integrale da 52'. Erano presenti: la famiglia Accettella, lo staff di Alchemic Media e numerosi ospiti.

 

Novembre 2006 - Il documentario è stato proiettato nell'ambito del DAKINO Film Festival di Bucarest (RO),era presente lo staff di Alchemic Media. www.dakino.ro

Chi ha catturato Madre Terra?

Chi ha catturato Madre Terra? - Alchemic Media

Fiaba sonora, audiolibro
2008

Luna, Giangiacomo ed Elio sono tre inseparabili amici; su di loro incombe un pericolo, la terra è minacciata dall'inquinamento.
Questo lo scopriranno facendo un curioso incontro col professor Cricket. Questo misterioso scienziato ha messo a punto un'invenzione geniale: la macchina dei sogni. Cricket con l'aiuto del cybergatto affiderà ai tre bambini un compito molto importante. Ce la faranno i nostri amici a salvare la terra dall'inquinamento con un pizzico di magia?

“Chi ha catturato Madre Terra?” è il primo volume di una collana di audiolibri per bambini denominata
"ECOfiabe sonore". Alchemic Media lo ha realizzato nel 2007 grazie al contibuto IMAIE.
L'obiettivo è stato quello di produrre una fiaba originale e attuale proposta mediante una forma, quella dell'audiolibro, che lasci spazio all'immaginazione, in tempi in cui i bambini sono costantemente bombardati di immagini grazie a internet, videogiochi, tv e cinema.
Fascia d'età: 6-10



Realizzato con il contributo IMAIE
Soggetto di Alchemic Media
Testi di Susanna Gianpistone e Chiara Barbo
Illustrazioni di Valentina Bianconi
I tre protagonisti sono ideati da Ariel Vittori
Musiche ed effetti sonori di Paolo Casalini
Grafica e impaginazione di Daniele Sabbatini

Voci
Paolo Lombardi (narratore e Cricket)
Loris Peota (Adone)
Tiziano Lombardo (Elio)
Danilo Nosdeo (Giangiacomo)
Muriel Vittori (Luna)
Susanna Gianpistone (Patrizia, Faisah e Cybergatto)
Stefano Taccini (Azibo)
Alessandro Accettella (Enea e Genio)
Vitalba Gammichia (Mariama)
Silvia Marzi (Alma)

Il 29 aprile 2008 la fiaba sonora è stata presentata presso la Casa del Parco in Via della Pineta Sacchetti, 78 – Roma.
Il 7 maggio, sempre presso la Casa del Parco, la fiaba sonora è stata utilizzata all'interno del laboratorio didattico curato da Susanna Pistone.

Walkuren

Walkuren - Alchemic Media

"Walkuren" (Le Valchirie) è un progetto artistico multidisciplinare dell'artista argentino MAO, che da anni vive e lavora a Berlino, incentrato sull' omonima opera della tetralogia wagneriana.

Durante l'esposizione presso la galleria Deschler di Berlino, Paolo Casalini ha realizzato un'installazione multimediale comprendente tre diffusori audio posti consecutivamente in uno spazio da attraversare, coinvolgendo quindi il visitatore in un percorso sonoro che, partendo dal piano terreno e materico, si eleva progressivamente verso quello archetipico spirituale.
www.mao-ix.de

Alchemic Media

Alchemic Media